blog bla-bla :: Le grandi letture estive 2018

Questa estate è così calda che il mio cervello in pappa è riuscito a vomitar fuori la password di asphalto, data per dimenticata da tempo, dopo 12 anni dal giorno in cui iddio me la suggerì. Ed è così calda, almeno in questa torrida Tergeste (che pur essendo sul mare pare che oltre il molo Audace tu debba trovare le sabbie del deserto, non fosse che nei deserti la notte almeno rinfresca) che nel tempo libero non resta che sudare e leggere. E dunque anche voi asphaltati (che scopro ancora esistere), in questi giorni solari che i fumi della Cina e degli amici States ci regalano, sarete forse come me intenti a recuperare letture lasciate in sospeso, o a gettarvi in nuove pagine, mentre l'ombrellone sopra di voi si incendia, il ferro del lettino si scioglie lentamente sulle sabbie roventi, ove poco oltre un bambino con il costumino rosso viene tramortito dall'esplosione del suo pallone da calcio ribaltandosi sui 50 gradi della pista di biglie, ove spenderà grigliandosi i suoi ultimi dolorosi istanti di vita, abbandonato dalla madre che sta avendo un infarto poco più in là, il cui corpo abbondante d'adipe è già addocchiato da alcuni famelici gabbiani danubiani in trasferta.

Personalmente le mie letture, appena concluse o in corso, sono queste.


Un ottimo libro che inquadra la sola città di Samarcanda, forse facendosi qualche sega addosso di troppo, ma in definitiva apprezzabile per la grande cultura dell'autore verso una città che perde ogni giorno che passa un pezzo di quello che era (grazie a restauri fatti in stile René Ferretti).


immagine che spana il layout
Si, mi sono fissato con il centro asia, perchè non ne sapevo un cazzo.
Una sociologa norvegese abbastanza gnocca viaggia per tutti gli Stan centro asiatici, mescolando inquadramenti storico culturali con le situazioni al limite dell'irreale nelle quali si è imbattuta (fantastica la parte sugli effetti delle politiche russe in Kazakhstan o quella sulla caduta di cavallo del dittatore del Turkmenistan).


sono pigro ho trovato solo questa
Gli anni migliori degli Stan, quando cagavano in testa per cultura al resto del mondo ed erano i grandi eredi della cultura greca e persiana.
Poi sono arrivati i mongoli.
Come in Italia.



Storia di un asphaltita ante litteram, ambientata nel Caucaso, giusto per introdurre il prossimo libro.



La storia del Caucaso dall'entrata nella sfera di interesse russa ai giorni d'oggi.
Scritto da un professore di Affari Internazionali della Georgetown University che in quelle zone c'è stato di persona, chiarisce molto bene la complessità etnica di una zona che con buona probabilità sarà i balcani dei prossimi anni.


che comunque alla fine anche loro passeranno a breve alle sole emoticon
Se avete spazio per un solo libro questa estate fate che sia questo. Se non sapete un cazzo di api, vi aprirà un mondo. Se ne sapete comunque qualcosa è un grande classico da parte di un pazzo che nonostante sotto il nazismo fosse classificato per 1/8 ebreo e si fosse fatto un team di ricercatori donne ed ebrei era comunque intoccabile dal regime per la sola possanza della sua conoscenza sulle api.
Sicuramente il prossimo grande film da oscar con Cumberbatch nel ruolo del professore, del gerarca nazista e delle api e Keira Knightley nel ruolo dell'assistente ebrea che poi si scopre era nata anche con il cazzo.

E voi cari amici di sudorazione abbondante, a quali letture vi state dedicando?
c'ho che mi hai rotto i coglioni, c'ho
Io conosco una donna nuda.
VINCITORE DEL NOBEL PER LA PACE 2012!

[fork()]

grazie, sembra interessante (anche il sito) e un´occasione per imparare termini nuovi, tipo ´wuchern´. ci metteró tutta l´estate a leggere quelle 34 pagine ma che importa

[fork()]

rebis::1778921
e quindi, detto questo, avete da consigliarmi un libro di fisica quantistica adatto a menti deboli come la mia?


sono molto offeso che non me lo chiedi in privato (con voce arrochita dal desiderio) ma nella mia signorilità ti segnalo la mia recensione di un libro che fa all'uopo:
Welcome to the Universe

rebis::1778921
Humbolt


su lui e Gauss c'è anche un bel romanzo tedesco di pochi anni fa, basato su fatti veri romanzati, che ho trovato divertente e appassionante:
misurami 'sto mondo
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.

[fork()]

il fratello di humbolt pensava delle cose tutte da ridere sul linguaggio, un po' come gg ma duecento anni prima
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

psycho::1778933
sono molto offeso che non me lo chiedi in privato (con voce arrochita dal desiderio) ma nella mia signorilità ti segnalo la mia recensione di un libro che fa all'uopo:

Welcome to the Universe
preso, forse, su ebay, se mi piace mando foto biotte come ringraziamento e scuse per non aver chiesto direttamente a te
psycho::1778933
su lui e Gauss c'è anche un bel romanzo tedesco di pochi anni fa, basato su fatti veri romanzati, che ho trovato divertente e appassionante:

misurami 'sto mondo
preso, in tedesco, mal che vada fará bella figura sulla mia libreria
peristyl::1778798
Se avete spazio per un solo libro questa estate fate che sia questo.
preso in formato kindle. entro le prossime 6 estati li avró letti tutti.

comunque inizio davvero a sentirmi scema per npon aver saputo nulla di humbolt fino a 2 settimane fa, che uomo!

[fork()]

psycho::1778933

rebis::1778921

e quindi, detto questo, avete da consigliarmi un libro di fisica quantistica adatto a menti deboli come la mia?




sono molto offeso che non me lo chiedi in privato (con voce arrochita dal desiderio) ma nella mia signorilità ti segnalo la mia recensione di un libro che fa all'uopo:

Welcome to the Universe



mi é arrivato il libro, però parla di astrofisica, non fisica quantistica. Ho letto poco tempo fa la teoria del tutto, diciamo che questo è un buon ripasso, almeno leggendo l'indice, ma non é quel che cercavo. Altri suggerimenti?

[fork()]

NIENTE TETTE PER PSICO!
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

[fork()]

teorie del tutto in tutte le loro declinazioni = diarrea
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

Ne parla pure ma è vero che non è dedicato a quello.
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.

[fork()]

psycho tu sei un sostenitore della pertinenza o, viceversa, della non pertinenza dell'obiezione matematica (goedel) alla formalizzalizzabilità di una teoria del tutto?
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

Non pertinenza.
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.

non discloso la mia opinione
[fork()]

ah, interessante! quindi secondo te tipo smolin è un peracottaro?
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

f205v::1779079

NIENTE TETTE PER PSICO!
e mi deve anche 17€!

ma potrei perdonarlo se mi consiglia un altro libro

[fork()]

rebis::1779122
e mi deve anche 17€!
ma quindi psico ed il noto latinos sono la stessa persona!
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

[fork()]

scusa psycho

[fork()]

La fiducia di trovare una teoria del tutto è indispensabile per ottenere oggi i dovuti finanziamenti. Una volta ottenuta una teoria sarà necessario, appena un mese dopo, scoprire delle piccole falle formali, sì da consentire ulteriori finanziamenti per trovare LA vera teoria del tutto, e son soldi ben spesi perché la pseudo teoria del tutto di fresca scoperta e freschissima confutazione è comunque un risultato promettente, bastava un peli così perché fosse quella giusta! Che volete che sia un pelo? C'è in gioco la teoria di tutto! Qui immaginiamo il buon scotto, preoccupato dell'uso che la scienza fa dei suoi soldi, obiettare che molti tentativi di quadratura del cerchio sono arrivati a un pelo dalla soluzione, eppure in quel pelo di traguardi quasi raggiunti si nasconde la prova dell'impossibilità dell'obiettivo. La differenza rispetto al passato, dice l'amico scotto, è che a quei tempi i quadratori di circonferenze non pretendevano di essere finanziati coi soldi suoi (di scotto) e perciò la prova che è impossibile si è presto affermata; oggi che coi soldi di scotto si pagano i ciclotroni, svelare la truffa non conviene e le voci sulla vanità dell'impresa onnicomprensiva sono ridotte al silenzio.
D'altra parte, a che serve spendere i soldi di scotto per una teoria elegante, ok, ma sostanzialmente inutile? Tanto vale promuovere una teoria del tutto tra quelle dei presocratici, elegante e parimenti inutile, ma che consente di risparmiare i soldi di scotto per imprese di maggior bontà e utile, ad. es il rimpatrio forzato di tutti i negri.

[fork()]

Il libro di Le e Smolin in cui getta merda sulle stringhe mi ha convinto molto, nella pars destruens; in quella construens meno ma va detto che non era ciò che gli stava più a cuore.
Vincibile fai attenzione.

Rebis: ma tu comunque leggitelo che è bello. In ogni caso dammi le tue coordinate bancarie che ti reimborso l' educazione.
Nel frattempo mi sono reso conto che mi viene difficile consigliare un buon libro sulla meccanica quantistica perché tutti quelli per grande pubblico che ho letto mi hanno fatto cagare per un motivo o per un altro.
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.

[fork()]

C'è dunque spazio perché tu scriva una sontuosa e brillante opera divulgativa travestita da romanzo (eventualmente venduta in allegato a focus. Ma poi esiste ancora Focus?)
Edit: io lo comprerei (il tuo libro, no focus), basta che non ci propini un poliziesco, o peggio ancora un giallo.
There's no morality in being good looking
(L'ultimo dei boia da cani)

[fork()]

psycho::1779133
Vincibile fai attenzione.

Esagerato!
Se un B4rillari leggesse il blog di quella fisica todesca in preda a' furori critico-metodologici, la sua conclusione potrebbe essere molto simile a quel che ho scritto io in forma di satira (ma a differenza mia, seriamente). Secondo me si sta sottovalutando la possibilità che proprio la comunicazione e la divulgazione della scienza possano generare involontariamente diffidenza od ostilità in un pubblico non certo analfabeta o comunque mediamente istruito. Sabine H. rileva un problema che va trattato con una cautela non comune e meritorio è che lo faccia tramite un blog per appassionati e un libro per altrettanti. La questione in ogni caso non è nuova ché già Feyerabend et Al. l'hanno diffusa a suo tempo e che, in forme popolane e viscerali e di scarsa consapevolezza, si ritrova anche tra la gentaglia che ne fa naturalmente una faccenda di materialissimi finanziamenti. Non dico che ci sia una discendenza diretta tra Contro il metodo e B4rillari, ma non è raro che idee filosofiche complesse si frammentino e poi si coagulino in forma semplificistica & riadattata tra la gente di media cultura, spesso perdendo del tutto il legame genealogico. Sabina, che magari ha ragione in molti punti anche se non tutti, col suo dicorso e suo malgrado potrebbe nutrire il processo di mala digestione ed espulsione di scorie intellettuali che poi vanno ad alimentare i B4rillari? Il rischio in teoria c'è (e Sabina non ci ha alcuna colpa): è plausibile che qualche eletto in parlamento produca e diffonda - cum ira et studio - l'idea distorta eppur sugosa che una stimata scienziata sta affermando con vari argomenti che i programmi di ricerca in fisica teorica più à la page sono, essi programmi, eleganti masturbazioni matematiche ad alto potenziale di fuffa. Un giudizio, quest'ultimo, spietato e scostumato quanto vogliamo, un giudizio insensibile ai nobili piaceri della specolazione intorno alla natura. Ma non è questa proprio un'epoca di giudizi impietosi e screanzati, insensibili ai nobili piaceri speculativi sic et simpliciter?
Chi è il pubblico della divulgazione di massa in Italia, nell'era della lettura distratta e del subitaneo commento d'opinione sui social? Non più solo il nerd, c'è pure il laureato e grillino in pectore, già ben rosolato al calor rosso di una modernità frustrante e in via d'impoverimento, abbastanza istruito da scrivere e diffondere contenuti virali atti a suscitare l'approvazione indignata di gente della più varia estrazione, ché il pensiero critico - nella forma oppositiva e tendenziosa - è ormai sport nazionale e a poco serve rilevare quanto sia accidentato e paralogico in confronto al cauto ragionare analitico che ne rappresenta l'ottimo ideale.
La storia conosce episodi ove una sapienza delicata subisce un pervertimento clamoroso e foriero di disastri quando fuoriesce dai confini sorvegliati della comunità di esperti e inonda le masse impreparate, almeno dai tempi di Lutero. Non è un caso che la crisi vaccinale nasca col ricercatore Wakefi3ld e sia arrivata a far emergere l'inquisitore Burion1 con tanto di braccio secolare. Se la storia si ripete in farsa, un novello luterano, come il predecessore sciatto e grandemente insensibile alla magnificenza dell'arte italiana, avrebbe gioco non difficile a sobillare il pubblico sull'opportunità di spese ingenti per la costruzione di una San Pietro della ricerca sugli ogm e su altri argomenti di quotidiana controversia.

Insomma, le cose non sono più belle come una volta.

[fork()]

Cmq la fisica è una robaccia che serve a far fare soldi agli ingegneri, delle cagate sulla teoria del tutto se ne occupano solo pochissimi sfigati

Ora per dire va di moda la biofisica sopratutto e tutte le cose legate alla int artificiale più qualcuno che fa quantum computing

[fork()]

CR 13::1779134
C'è dunque spazio perché tu scriva una sontuosa e brillante opera divulgativa travestita da romanzo


ehi ma in effet......

CR 13::1779134
basta che non ci propini un poliziesco, o peggio ancora un giallo.


sob.
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.

[fork()]

vincibile::1779143
Chi è il pubblico della divulgazione di massa in Italia, nell'era della lettura distratta e del subitaneo commento d'opinione sui social? Non più solo il nerd, c'è pure il laureato e grillino in pectore, già ben rosolato al calor rosso di una modernità frustrante e in via d'impoverimento, abbastanza istruito da scrivere e diffondere contenuti virali atti a suscitare l'approvazione indignata di gente della più varia estrazione, ché il pensiero critico - nella forma oppositiva e tendenziosa - è ormai sport nazionale e a poco serve rilevare quanto sia accidentato e paralogico in confronto al cauto ragionare analitico che ne rappresenta l'ottimo ideale.
quali parole di sapientia
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

La lobby dei progressisti-democapitalisti è contro a me.

[fork()]

ho comprato sulla bancarella "incontro con rama". di solito questa fantascienza per così dire tecnica non mi interessa molto, ma il libro mi ha fatto tornare in mente certe riviste che leggevo da bambino, quando ancira credevo che la colonizzazione dello spazio non sarebbe stata lontana.
il libro, nonostante alcune ingenuità e un paio di strani errori di traduzione, è piacevole, mentre pare che i tre seguiti facciano abbastanza cagare. mentre lo leggevo pensavo che fosse stato scritto negli anni '50, invece è del '73, e direi anche in contrasto stridente con la sua epoca. mi ha fatto pure tornare in mente millennium di ben bova, anche se non c'entra quasi nulla, ma è uno dei primi libri di fantascienza tradizionale che ho letto, intorno ai dodici anni. un paio di anni prima avevo letto i racconti di dick e questo ha influenzato profondamente i miei gusti, visto che molti autori classici, e soprattutto asimov, non sono mai riuscito a farmeli piacere.

[fork()]

scotto::1779312
mentre pare che i tre seguiti facciano abbastanza cagare

l'abbastanza e' di troppo.
per procurarmi il t0rr3nt del secondo ci ho messo giorni, sembra un harmony ispirato a uomini e donne della defilippi. letteralmente.
la fantascienza in quel libro è praticamete inesistente in compenso è tutto basato su chi si scopa con chi e chi litiga con chi.



quando il saggio indica la luna lo stolto si infila delle scolopendre nel cazzo

[fork()]

altro libretto, "le pietre mirabili", sellerio.
raccoglie quattro o cinque lapidari. il più antico, detto orfico, è anche il più bello e per chi può sarebbe meglio procurarsi anche il testo greco.

[fork()]

io a metà agosto ho comprato un libro degli anni 90 (sociologia) su ebay pagato 6 euri e ancora mi deve arrivare


Archivi segreti dell'Asphalto:
http://asphaltobynoi.altervista.org
http://fstrbstrtstr.altervista.org/a2_stuff/digest.html
http://www.dawful.com/asphalto/asphaltovoti.xls

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai