blog bla-bla :: Le grandi letture estive 2018

Questa estate è così calda che il mio cervello in pappa è riuscito a vomitar fuori la password di asphalto, data per dimenticata da tempo, dopo 12 anni dal giorno in cui iddio me la suggerì. Ed è così calda, almeno in questa torrida Tergeste (che pur essendo sul mare pare che oltre il molo Audace tu debba trovare le sabbie del deserto, non fosse che nei deserti la notte almeno rinfresca) che nel tempo libero non resta che sudare e leggere. E dunque anche voi asphaltati (che scopro ancora esistere), in questi giorni solari che i fumi della Cina e degli amici States ci regalano, sarete forse come me intenti a recuperare letture lasciate in sospeso, o a gettarvi in nuove pagine, mentre l'ombrellone sopra di voi si incendia, il ferro del lettino si scioglie lentamente sulle sabbie roventi, ove poco oltre un bambino con il costumino rosso viene tramortito dall'esplosione del suo pallone da calcio ribaltandosi sui 50 gradi della pista di biglie, ove spenderà grigliandosi i suoi ultimi dolorosi istanti di vita, abbandonato dalla madre che sta avendo un infarto poco più in là, il cui corpo abbondante d'adipe è già addocchiato da alcuni famelici gabbiani danubiani in trasferta.

Personalmente le mie letture, appena concluse o in corso, sono queste.


Un ottimo libro che inquadra la sola città di Samarcanda, forse facendosi qualche sega addosso di troppo, ma in definitiva apprezzabile per la grande cultura dell'autore verso una città che perde ogni giorno che passa un pezzo di quello che era (grazie a restauri fatti in stile René Ferretti).


immagine che spana il layout
Si, mi sono fissato con il centro asia, perchè non ne sapevo un cazzo.
Una sociologa norvegese abbastanza gnocca viaggia per tutti gli Stan centro asiatici, mescolando inquadramenti storico culturali con le situazioni al limite dell'irreale nelle quali si è imbattuta (fantastica la parte sugli effetti delle politiche russe in Kazakhstan o quella sulla caduta di cavallo del dittatore del Turkmenistan).


sono pigro ho trovato solo questa
Gli anni migliori degli Stan, quando cagavano in testa per cultura al resto del mondo ed erano i grandi eredi della cultura greca e persiana.
Poi sono arrivati i mongoli.
Come in Italia.



Storia di un asphaltita ante litteram, ambientata nel Caucaso, giusto per introdurre il prossimo libro.



La storia del Caucaso dall'entrata nella sfera di interesse russa ai giorni d'oggi.
Scritto da un professore di Affari Internazionali della Georgetown University che in quelle zone c'è stato di persona, chiarisce molto bene la complessità etnica di una zona che con buona probabilità sarà i balcani dei prossimi anni.


che comunque alla fine anche loro passeranno a breve alle sole emoticon
Se avete spazio per un solo libro questa estate fate che sia questo. Se non sapete un cazzo di api, vi aprirà un mondo. Se ne sapete comunque qualcosa è un grande classico da parte di un pazzo che nonostante sotto il nazismo fosse classificato per 1/8 ebreo e si fosse fatto un team di ricercatori donne ed ebrei era comunque intoccabile dal regime per la sola possanza della sua conoscenza sulle api.
Sicuramente il prossimo grande film da oscar con Cumberbatch nel ruolo del professore, del gerarca nazista e delle api e Keira Knightley nel ruolo dell'assistente ebrea che poi si scopre era nata anche con il cazzo.

E voi cari amici di sudorazione abbondante, a quali letture vi state dedicando?
c'ho che mi hai rotto i coglioni, c'ho
Io conosco una donna nuda.
VINCITORE DEL NOBEL PER LA PACE 2012!

[fork()]

questo libro è composto dal diario di un uomo che ha subito un grave danno cerebrale e dai commenti del medico che l'ha seguito per vent'anni.
ferito alla testa durante la seconda guerra mondiale, questo studente russo di ingegneria perde metà del campo visivo e la memoria. il proiettile danneggia un'area del cervello che si occupa di elaborare le relazioni spaziali e in generale le associazioni complesse. l'uomo non riesce più a leggere se non con enorme fatica e dimentica rapidamente, così in fretta che alla fine della terza parola di una frase ha già dimenticato la prima. non riesce neanche a comprendere frasi apparentemente molto semplici che esprimono relazioni tra oggetti. ascolta la radio ma, pur avendo l'impressione di conoscere i termini, non capisce quasi nulla, come non capisce ciò che gli dicono i familiari, salvo che siano frasi semplicissime. va al cinema ma non riesce a seguire le scene. non può fare nessun tipo di lavoro ed è continuamente tormentato da ronzii nelle orecchie e dal mal di testa.
eppure questo tizio tiene un diario, su cui lavora per oltre vent'anni. è consapevole del suo stato e di ciò che ha perso. impiegando una giornata per scrivere una pagina, componendo ogni pagina un periodo alla volta, ogni periodo una parola alla volta, annotando le singole parole su foglietti e poi unendole, scrive tremila pagine e le rivede più volte nel tentativo di recuperare parte della sua mente. il medico pubblica degli estratti e li commenta, aggiungendo qualche spiegazione generale sulla struttura del cervello e la complessità del linguaggio.
la fatica di quest'uomo è veramente spaventosa. la sua difficoltà non è tanto quella di maneggiare la penna ma proprio di formare le idee e trovare le parole. è stupefacente che un uomo in quelle condizioni sia stato in grado di descrivere con tanta precisione e intelligenza la sua condizione. come se una persona sana dovesse scrivere in mezzo al frastuono di un uragano.
la forza d'animo di questo tizio intimidisce.
probabilmente è impossibile immaginare la sua condizione e sembra ancora più impossibile che un uomo incapace di comprendere la differenza tra "la madre della figlia" e "la figlia della madre" possa scrivere frasi di tanta semplice nobiltà.
le sue funzioni superiori erano miracolosamente rimaste integre. aveva ancora immaginazione, desiderio, compassione. rifletteva su sé stesso e una parola alla volta voleva riapprendere daccapo, per poter lavorare e rendersi utile, ma il danno era irreparabile (lo sarebbe anche oggi) e questo rende il libro un testo tragico, nel senso più elevato del termine.
devo dire che raramente mi sono sentito così miserabile in confronto a qualcuno.

un mondo perduto e ritrovato
[fork()]



Traduzione di Mario Alessandro Curletto
Biblioteca Adelphi
2015, pp. 233
isbn: 9788845930096
Temi: Neuroscienze, Medicina, Storia della scienza

DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

un mondo perduto e ritrovato
[fork()]

In due parole, è la storia di una risorsa sbarcata a Lampedusa, senza la nobiltà d'animo però.

“Ma non è meglio se pensi solo alla fica, ritardato di merda?”
(Il tubone)

[fork()]

Ciao peristul.
Io in questi giorni, fra una pedalata e l'altra (oggetto di un futuro post nell'apposito 3d) sto recupwrando una pietra miliare della letteratura mondiale che non avevo mai letto: le mille e una notte. Stile antico ed involuto, ma quello che racconta alla fin fine è ingranato nelle nostre basi culturali quasi quanto l'odissea.

Lermontov è uno dei pochissimi libri che in vita mia ho abbandonato dopo 40 pagine: non c'è nulla da fare, io gli autori russi non riesco proprio a reggerli.
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

un mondo perduto e ritrovato
[fork()]

Veramente noi abbiamo la stessa cosa ogni volta che posta prikkedelik
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

[fork()]

alla conquista di un impero, il cuore di derfel, storia della libia

[fork()]

Ah ma perché voi leggete?
Bentornato peristiglio, un po' vi invidio. Io mi porto dietro la scrum master guide (sono in periodo di certificazioni)
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet

[fork()]

io invece sarei curioso di sapere cosa consiglia scotto, il mio autore dell'asphalto preferito.
rn

[fork()]

f205v::1778804
Io in questi giorni, fra una pedalata e l'altra (oggetto di un futuro post nell'apposito 3d) sto recupwrando una pietra miliare della letteratura mondiale che non avevo mai letto: le mille e una notte.


Peraltro Sir Richard Francis Burton (il traduttore della versione inglese) è defunto a Trieste, ove era solito alloggiare all'Hotel Obelisco, un bellissimo albergo sito a Opicina (da dove si domina dall'altipiano tutta la veduta del golfo e della città).
Un luogo che all'epoca appariva così
salutoni da Riccione
mentre ora appare più tipo così
salutoni dalla discarica

La moglie, una cattolica convinta (a differenza di Burton, che era ateo), ha pensato poi bene di bruciare numerose traduzioni del marito poiché a suo avviso troppo scandalose, in particolare una versione riveduta e completa di The Perfumed Garden e numerosi diari, poiché temeva avrebbero portato infamia al buon nome di Burton (non sapendo che a questo avrebbe poi pensato, moltissimi anni dopo, un regista incapace di smettere di rifare sempre lo stesso film con i medesimi due attori).
c'ho che mi hai rotto i coglioni, c'ho
Io conosco una donna nuda.
VINCITORE DEL NOBEL PER LA PACE 2012!

...
[fork()]




quando il saggio indica la luna lo stolto si infila delle scolopendre nel cazzo

[fork()]

Max, che fai nella vita?



quando il saggio indica la luna lo stolto si infila delle scolopendre nel cazzo

scotto
[fork()]

l'ho pensato anch'io.

[fork()]

In effetti i figli hanno un effetto avverso al leggere. Ma il vero colpo di grazia sono i telefonini.
Per esempio per anni ho letto solo mente cagavo, ma adesso sto cagando e invece di leggere un buon libro leggo voi.

Comunque da circa un anno ho ripreso a leggere a un ritmo non troppo osceno, ma perché scrivo recensioni per una rivista. Quindi fingo che sia un impegno di lavoro (anche se non mi pagano, l' unica remunerazione è che posso tenermi il libro) e se lo vedo come lavoro il mio ethos mi impone di rispettare i tempi. Però a quella rivista interessano solo libri di divulgazione scientifica, quindi è da un anno che leggo solo divulgazione scientifica.

Quindi quando ho tempo uso questo thread per raccomandarvi qualche libro di divulgazione scientifica.
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.

[fork()]

Io leggo roba in tedesco che non posso suggerirvi in quanto non tradotta, ma ho letto recentemente alcuni episodi della pimpa e ne ho apprezzato la struttura narrativa semplice ed efficace.

[fork()]

il pwnezzatore::1778817
Io leggo roba in tedesco che non posso suggerirvi


spero che scotto non si offenda troppo per lo spostamento del suo thread. Io ho, e spero di riuscire anche a leggerlo un giorno, il libro che convinse gli americani a sganciare due bombe atomiche sul giappone (o almeno così dicono loro):

Il crisantemo e la spada. Modelli di cultura giapponese
asphtimer

[fork()]

Sto leggendo al culmine della disperazione in spagnolo (è quella che ho trovato su libgen) tra l altro non è che sappia veramente lo spagnolo

[fork()]

scusate la colpevole assenza, thread eccellente a cui spero di partecipare utilmente quanto prima. ottimo libro lord h. un libro che oggi si legge quasi solo a fini metacritici ma che ancora negli anni ottanta ti regalavano come "libro per amanti del giapp0ne", la leggendaria opera della yamatologa che non era mai andata nel paese del sol levante.
peristilio ottime letture, cosa fai di mestiee? si direbbe che ti piaccia il centroasia o quantomeno l'iran ulteriore e la scizia.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

peristyl::1778798
mentre l'ombrellone sopra di voi si incendia, il ferro del lettino si scioglie lentamente sulle sabbie roventi
Io cerco di lavorare in maniera gotico-calvinista con colletto rigido e mutande severamente sgommate ma le lamentele sul caldo h24 non aiutano.
ipponatte::1778806
il cuore di derfel
Camerata, stringiamoci nel muro di scudi. (Salgari l'ho ripassato l'estate scorsa: meglio la Tigre del Corsaro, già compromesso con la socialdemocrazia)
peristyl::1778798
a quali letture vi state dedicando?
- La valle dell'Eden di Steinbeck. Sono arrivato a 3/4 e per ora preferisco il ritmo di The Grapes of Wrath. La struttura corale ad ampio respiro e la contrapposizione anche ingenua tra bene e male saranno riprese dal miglior King.
- I pensieri di Marco Aurelio (iniziato in realtà in autunno);
- The Way of Men di Richard Donovan, una lettura che immagino cara a Freakout. Lettura sulla quale potrei comunque argomentare più nello specifico;
peristyl::1778798
Sovietistan: Un viaggio in Asia centrale
Lo sto acquistando, occhio che se fa cagare ti capiteranno degli inconvenienti (bentornato).

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

scotto::1778792
raramente mi sono sentito così miserabile in confronto a qualcuno.

un mio amico è in questo stato dopo due interventi di rimozione tumere al cervello

[fork()]

gonzokampf::1778832
Camerata, stringiamoci nel muro di scudi.
lol ho iniziato con l'eroe di poitiers (regalato) e non mi era dispiaciuto, poi gironzolando in libreria mi è capitato in mano uno della saga dei sassoni (MURO DI SCUDI!!) e anche lui ha passato la prova spiaggia; a questo punto ho deciso di azzerare tutto e partire dalle origini, ovvero dal ciclo dei cavalieri; il problema si porrà nel 2019, perchè è da più di 1 anno che stalkero telematicamente mond4d0ri e telefonicamente g1unt1 senza trovare una copia del terzo libro (la torre in fiamme); alla giunt1 son semplicemente cialtroni e ogni volta che mi dicevano "martedì è qui" sapevo che era una presa per il culo e neanche mi incazzavo; m0ndad0ri invece è proprio una merda, perchè sistematicamente, da almeno 15 mesi, spostano la data di disponibilità al primo lunedì successivo. se a marzo 2019 è ancora così dovrò rassegnarmi a prenderlo usato e la cosa mi fa abbastanza schifo, cazzo

gonzokampf::1778832
iniziato in realtà in autunno
ah sul comodino del cesso giacciono in attesa di essere completati:
- meccanica dell'automobile
- il libretto di manutenzione della moto
- lineamenti di storia
- i volumi di corto maltese usciti quest'inverno con repubblica
- aspettami sulla cima
- la guida di roma del NG

[fork()]

certo che no, ho corrotto l'edicolante per darmi solo i fumetti e non quella carta da cesso

[fork()]

io leggo un libro ogni due anni.... Ma davvero avete tutto sto tempo per la lettura di libri? beati voi


Archivi segreti dell'Asphalto:
http://asphaltobynoi.altervista.org
http://fstrbstrtstr.altervista.org/a2_stuff/digest.html
http://www.dawful.com/asphalto/asphaltovoti.xls

[fork()]

gonzokampf::1778832
meglio la Tigre del Corsaro
Se parli delle serie, allora concordo in pieno con te. Ma "La Regina dei Caraibi" è il singolo libro migliore, con un finale di una potenza visiva ineguagliata.

Comunque, subito prima delle "milleuna notte" mi sono letto "L'arte di prendere marito" (1894) di Paolo Mantegazza. Autore eclettico, di una cultura sconfinata e ingiustamente misconosciuto nella letteratura dei licei italiani. Il libello si presenta leggermente datato nello stile, ma freschissimo nell'esposizione del pensiero, folgorante nell'analisi sociale e saggio quanto non mai.
Peraltro contiene anche qua e là dei pensieri sull'Italia e sulla politica italiana fien de siecle che potrebbero essere stati scritti oggi da tanto risultano moderni.

A seguire invece ho pronta "La Storia Filosofica dei Secoli Futuri" (1860) dell'Ippolito Nievo, forse il primo romanzo in assoluto della fantascienza italiana-
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

scotto
[fork()]

anche il nipote di nievo ha scritto fantascienza, nemmeno troppo scara.

[fork()]

però ora che ci penso vorrei leggere Il codice da Vinci di Dan Brown. Vidi il film e mi piacque: chissà il libro...


Archivi segreti dell'Asphalto:
http://asphaltobynoi.altervista.org
http://fstrbstrtstr.altervista.org/a2_stuff/digest.html
http://www.dawful.com/asphalto/asphaltovoti.xls

[fork()]

no


Archivi segreti dell'Asphalto:
http://asphaltobynoi.altervista.org
http://fstrbstrtstr.altervista.org/a2_stuff/digest.html
http://www.dawful.com/asphalto/asphaltovoti.xls

[fork()]

peristyl::1778798
Se avete spazio per un solo libro questa estate fate che sia questo. Se non sapete un cazzo di api, vi aprirà un mondo.
argomento interessante, grazie, lo metto in lista
Lord H.::1778825

il pwnezzatore::1778817

Io leggo roba in tedesco che non posso suggerirvi




ahaha, quello peró é un libricino davvero carino!

Io sto leggendo questo


In genere le biografie non mi piacciono particolarmente, ma questa é magnifica. E´ scritta in modo appassionato e racconta la vita appassionante di un uomo appassionato di tutto, soprattutto della natura. Il nome di Humbolt lo avevo giá sentito, ma non sapevo chi fosse e ora sto scoprendo che era un personaggio fantastico che ha conosciuto e in parte influenzato personaggi diventati moltto piú famodi di lui, come Goethe, Thomas Jefferson, Simon Bolivar, sono arrivata solo al 33% , il resto devo ancora scoprirlo. Era davvero da tanto che un libro non mi prendeva cosí.


Io faccio molta fatica a leggere ultimamente, un po´ per mancanza di tempo, un po´ perché il cellulare mi distrae peró i romanzi non riesco piú ad affrontarli, inizio a leggerli ma dopo due pagine li mollo.
Credo sia anche colpa dell´asphalto, che mi ha insegnato che ci sono cose piú interessanti da scoprire e quindi, detto questo, avete da consigliarmi un libro di fisica quantistica adatto a menti deboli come la mia?

[fork()]

Introduction to quantum mechanics del Griffiths

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai