bla-bla :: bevande dissetevoli

ogni volta che ricomincia il caldo mi viene voglia della menta. dopo grandi titubanze compro lo sciroppo, lo mischio con acqua e ghiaccio e ogni volta penso "mmm... ma non era così...". la menta ghiacciata della mia infanzia sembra irrecuperabile. non so se la marca non esiste più, mi ricordo solo che facevano la pubblicità di quello sciroppo durante le puntate di gundam. nella memoria quella menta era anche un po' frizzante, quasi come se contenesse acqua di seltz. inoltre io invece dei cubetti di ghiaccio ci mettevo il giaccio sbriciolato che ricavavo grattando quello del frigo. e anche il colore è diverso, quello che ricordo era più complesso, più sfaccettato, ma forse dipendeva dal bicchiere. comunque mi chiedo quale sia la ricetta ideale per una menta VERAMENTE BELLA come si faceva una volta.

[fork()]

Io prendo la menta tassoni e sono felice come una volta
W la topogigia di clio

[fork()]

Cedrata tutta la vita. E sono di nuovo negli anni '70
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet

[fork()]

Adesso arriva quello del kin8



quando il saggio indica la luna lo stolto si infila delle scolopendre nel cazzo

[fork()]

vagamente rivedo l'immagine di quella pubblicità degli anni '80, c'erano 4 bottiglie: menta, amarena, latte di mandorla e ? mi ricordo anche un tappeto e la luce che veniva da destra, tagliata a strisce da una persiana o qualcosa del genere, e un tavolino di tubi cromati e vetro e i micronauti, quello bianco e quello nero.

[fork()]

non mi ricordo. di sicuro gundam fu trasmesso da telemontecarlo e poi su telecapri tra il 1980 e l'84. quasi sicuramente l'ho visto su telecapri, avevo anche il pupazzo uffi, ed è anche possibile che la pubblicità fosse di qualche marca regionale.

[fork()]

era una merda pure allora, solo che eri troppo infante per capirlo. comprati piuttosto dello sciroppo di sambuco, mischialo a un infuso di menta e mettilo in frigo.

[fork()]

A me gli sciroppi e le bevande dolci in genere non piacciono più. Mi scolo volentieri dell'acqua tonica con ghiaccio, limone & paracetamolo+codeina.

Metatron io ti invoco
[fork()]

Porcodio

Svegliatemi per l'apokatastasis

ORZATA IN FRIGO!!!1!!
[fork()]

acqua al cetriolo, menta, limone e zenzero.

[fork()]

scotto::1777078
. e anche il colore è diverso


probabilmente quel colorante, nel frattempo, è stato vietato.

maxdanno::1777086
Cedrata tutta la vita.


Cagare con troppo zucchero, un colorante giallo piscio radioattivo e neanche un cedro per ettolitro.

scotto::1777091
menta, amarena, latte di mandorla e ?


Tamarindo?
autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)

Il tubonskij ha sempre mostrato una lieve refrattarietà al codex asphaltianum cosa che d'altra parte lo ha preservato dai classici sintomi degenerativi che l'asphaltita di lungo corso manifesta, rimanendo per ciò un po' newbie. questa anamnesi non esclude tuttavia affezioni degenerative di altra natura, che anzi in alcuni casi sembrano probabili. (Rodolfo)

[fork()]

candelotto2::1777257
sono pronto

dammi il la
There's no morality in being good looking
(L'ultimo dei boia da cani)

[fork()]

Le bevande zuccherate non vanno bene per far passare la sete. Meglio acqua. O the fatto con quelle bustine che vendono ora, per cui non serve l'acqua calda

[fork()]

Rebis::1777307
the fatto


autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)

Il tubonskij ha sempre mostrato una lieve refrattarietà al codex asphaltianum cosa che d'altra parte lo ha preservato dai classici sintomi degenerativi che l'asphaltita di lungo corso manifesta, rimanendo per ciò un po' newbie. questa anamnesi non esclude tuttavia affezioni degenerative di altra natura, che anzi in alcuni casi sembrano probabili. (Rodolfo)

[fork()]

Scusa Roddy per il mod down fat finger mentre cercavo di zoommare.



quando il saggio indica la luna lo stolto si infila delle scolopendre nel cazzo

[fork()]

candelotto2::1777257
ho imparato la lezione
ciao candi, cosa intendi? quanti thread vuoi aprire al mese?
asphtimer

affossatelo amici
[fork()]

Franti::1777348

Scusa Roddy per il mod down fat finger mentre cercavo di zoommare.
tranzollo siamo una grande famiglia
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

Il meraviglioso tread degli Usi e Costumi antichi ormai caduti in disuso, ormai diventati anche i nostri che siamo vecchi come la merda perchŔ una volta qui era tutta campagna signora mia [42 risposte]

parlavo con una signora che ha più di novant'anni chiedendole che si beveva d'estate quando era ragazza e mi diceva quanto è strano per lei ripensare a un tempo in cui non c'era il frigo. lei un frigo l'ha visto per la prima volta nel '64-65, quando aveva quasi quarant'anni. la signora non è istruita ma non è nemmeno scema, alla sua età ragiona ancora bene e lei stessa si accorge di ricordare meglio gli anni di infanzia che quelli successivi: da bambina ha visto le sbarre di ghiaccio che venivano prodotte nelle prime fabbriche di gassosa, ricorda le bottigliette di vetro con al posto del tappo a corona una specie di membrana di carta ma non si ricorda come faceva a conservare la roba senza frigo. è sorpresa lei stessa da questa lacuna, che somiglia alla mia quando cerco di ricordare il tempo senza cellulari. interrogata su altre bevande, dice che ai suoi tempi non c'erano caffè, te, cioccolata, si beveva solo l'orzo, che si coltivava nell'orto. si usava pochissimo lo zucchero, perché bisognava comprarlo, e anche il tabacco era raro. suo padre fumava nella pipa una strana pianta che dopo alcune indagini si è capito essere lo stramonio, tossico per altro. da un ricordo ne germinano altri e la signora racconta di sua nonna, che sarà nata intorno al 1870, che col fiore di farina riparava i gusci incrinati delle uova, per venderle meglio ai "signori", e il nonno che scavava buche in montagna per conservare la neve. ricorda cose che ha visto quando aveva cinque anni, anche meno, mentre dai dieci anni fino a ieri il tempo si appiattisce, sembra tutto uguale. a un tratto m dice, anche se non queste parole, che lei non riesce a ricordare se nessuno glielo chiede. il suo pensiero è praticamente sempre in forma di dialogo. è quasi incapace di riflettere su qualcosa se non attraverso il discorso con qualcuno o con se stessa, il che poi capita anche a me. è chiaro quindi che le fa molto piacere parlare con qualcuno, non tanto per sapere le cose nuove, che non le interessano, o i fatterelli degli altri, perché quasi tutti quelli che conosceva sono morti e quindi che le può importare? ma per ripensare al passato. a un certo punto mi invita anche a casa sua perché ha messo da parte certe castagne, nel congelatore appunto, e me le vuole fare bollite.

[fork()]

scotto::1777466
a un certo punto mi invita anche a casa sua perché ha messo da parte certe castagne, nel congelatore appunto, e me le vuole fare bollite.
hahaha scotto sedotto dalla nonnina!
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

[fork()]

f205 a ben vedere anche tu scopi ormai con una vecchia

[fork()]

ma certo che sì! lo raccontai anche tempo addietro in un post in cui illustravo le gioje dello scopo tra vecchi, ma adesso non riesco a ritrovarlo
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

[fork()]

scotto::1777466
ai suoi tempi non c'erano caffè, te, cioccolata, si beveva solo l'orzo, che si coltivava nell'orto
la famosa ciofeca
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

scotto::1777466

parlavo con una signora che ha più di novant'anni chiedendole che si beveva d'estate quando era ragazza e mi diceva quanto è strano per lei ripensare a un tempo in cui non c'era il frigo. lei un frigo l'ha visto per la prima volta nel '64-65, quando aveva quasi quarant'anni. la signora non è istruita ma non è nemmeno scema, alla sua età ragiona ancora bene e lei stessa si accorge di ricordare meglio gli anni di infanzia che quelli successivi: da bambina ha visto le sbarre di ghiaccio che venivano prodotte nelle prime fabbriche di gassosa, ricorda le bottigliette di vetro con al posto del tappo a corona una specie di membrana di carta ma non si ricorda come faceva a conservare la roba senza frigo. è sorpresa lei stessa da questa lacuna, che somiglia alla mia quando cerco di ricordare il tempo senza cellulari. interrogata su altre bevande, dice che ai suoi tempi non c'erano caffè, te, cioccolata, si beveva solo l'orzo, che si coltivava nell'orto. si usava pochissimo lo zucchero, perché bisognava comprarlo, e anche il tabacco era raro. suo padre fumava nella pipa una strana pianta che dopo alcune indagini si è capito essere lo stramonio, tossico per altro. da un ricordo ne germinano altri e la signora racconta di sua nonna, che sarà nata intorno al 1870, che col fiore di farina riparava i gusci incrinati delle uova, per venderle meglio ai "signori", e il nonno che scavava buche in montagna per conservare la neve. ricorda cose che ha visto quando aveva cinque anni, anche meno, mentre dai dieci anni fino a ieri il tempo si appiattisce, sembra tutto uguale. a un tratto m dice, anche se non queste parole, che lei non riesce a ricordare se nessuno glielo chiede. il suo pensiero è praticamente sempre in forma di dialogo. è quasi incapace di riflettere su qualcosa se non attraverso il discorso con qualcuno o con se stessa, il che poi capita anche a me. è chiaro quindi che le fa molto piacere parlare con qualcuno, non tanto per sapere le cose nuove, che non le interessano, o i fatterelli degli altri, perché quasi tutti quelli che conosceva sono morti e quindi che le può importare? ma per ripensare al passato. a un certo punto mi invita anche a casa sua perché ha messo da parte certe castagne, nel congelatore appunto, e me le vuole fare bollite.
bella storia. i miei parenti non mi parlano o non mi hanno quasi mai parlato di come stavano un tempo, il divario è troppo grande e gli mette tristezza ripensarci. noi siamo la generazione più fortunata da quando è comparso l'uomo sulla terra e poi ci lamentiamo se non troviamo un buon caffè espresso

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai