media recensioni :: I FILM DI MENARE* CHE L'ASPHALTO NON VEDR└ MAI NEL 2016

ecco una lista non esaustiva, per lo più inutile e volutamente irritante dei film che potrebbero ricevere una recensione in questo thread della fine dei tempi:

SONY:

Money Monster – 8 aprile 2016
The Shallows – 24 giugno 2016
Ghostbusters – 15 luglio 16
Patient Zero – 2 settembre 2016
The Magnificent Seven – 23 settembre 2016
Underworld 5 – 21 ottobre 2016
Passengers – 21 dicembre 2016
Jumanji – 25 dicembre 2016

ALTRI:

quo vado
goya
ppz
zoolander 2
deadpool
gods of egypt
ave caesar
batman vs superman
risen
999
cpt. america civil war
xman: stocazzo
king arthur and the knights of ecc.
indipendence day 2
tarzano

QUI UNA LISTA DI TRAILER ASSORTITI (72)
da skippare fino al titolo gradito
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

Lord H.::1758293
dei migliori 250 film secondo imdb questi non credo meritino di stare tra i primi 50 (alcuni non li ho visti):
Ma non sono i migliori, sono quelli piaciuti a più persone e che hanno ricevuto buone critiche.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

Lord H.::1758293
171. No Country for Old Men (2007)


ma come 171, diocan
autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)

[fork()]

mi sta bene sostituire "migliori" con "top rated", comunque anche con queste correzioni mancano parecchi film
asphtimer

[fork()]

il grande hotel budapest e' il film che mi e' piaciuto di meno di wes anderson, cos'e' che ti e' piaciuto?
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.

[fork()]

la cortesia mitteleuropea. francamente moonrise kingdom è quello che mi è piaciuto di più, ma nei top 250 di imdb non l'ho visto.

ps: non dico il film che mi è piaciuto di meno per paura che allegrodemiurgo perda definitivamente la pazienza e mi scateni contro i suoi demoni
asphtimer

[fork()]

Lord H.::1758303
la cortesia


ah si', quella e' la qualita' che ne ho preferito.

pero' pensa che non sono riuscito a finire di guardarlo, nonostante condizioni tutto sommato ottimali (mi trovavo su un volo intercontinentale verso una civilta' sconosciuta, non potevo leggere, non potevo usare il compiute, e mi cacavo il cazzo.)
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.

[fork()]

a questo punto sono io che ti chiedo cosa ti ha rotto il cazzo così tanto, sui voli intercontinentali mi ingollo con gratitudine anche jurassic park e la mummia
asphtimer

[fork()]

Non riesco a quotare dal cellulare (forse che non si può?). Su wake of fright, a causa di bias personali, sono forse troppo condizionato dalla storia narrata per poter valutare il film in sè. Sintetizzando all'estremo, che non vorrei scriverci 12 cartelle, l'ho trovato abbastanza piatto, in special modo per come viene caratterizzato il protagonista. Mi sono fatto l'idea che sia un limite di Kotcheff tant'è che nell'altro suo film, first blood/rambo, dove il soggetto (e il protagonista) è stato pesantemente rimaneggiato (e caratterizzato) da Stallone*, il problema non l'ho riscontrato. Pur facendo i dovuti distinguo, paragono i due film perché entrambi narrano il senso di straniamento di un protagonosta dis-integrato e dunque viaggiano su binari simili e pure si fatica a vederci dietro la stessa firma.

* Sylvestro, checché se ne dica, nella sua personalissima nicchia è stato una discreta penna e l'Oscar per Rocky ci stava tutto
L'ultimo dei boia da cani

[fork()]

Lord H.::1758303
non dico il film che mi è piaciuto di meno per paura che allegrodemiurgo perda definitivamente la pazienza e mi scateni contro i suoi demoni
non sono un gran fan di anderson, mi sono piaciuti the royal tenenbaums e fantastic mr. fox, non ho visto i primi due, gli altri un po' meh

[fork()]

Lord H.::1758293
cr13
my pleasure
Lord H.::1758293
il flm italiano pagani vs cattolici
messa giú così potrebbe suonare riduttiva
L'ultimo dei boia da cani

su Wake in Fright
[fork()]

CR 13::1758326
l'ho trovato abbastanza piatto, in special modo per come viene caratterizzato il protagonista
Ora non ricordo molto bene, ma mi pare che il protagonista affronti un'involuzione, nel senso che la permanenza casuale a Yabba fa venir fuori delle robe che lui si portava dentro già al momento del suo arrivo, da qui forse questa sensazione di piattume che hai percepito. Non ci sono grazie a Dio momenti di introspezione froggia, in questo è un film molto protestante e virile.
CR 13::1758326
tant'è che nell'altro suo film, first blood/rambo, dove il soggetto (e il protagonista) è stato pesantemente rimaneggiato (e caratterizzato) da Stallone*, il problema non l'ho riscontrato.
C'è anche l'origine letteraria da prendere in considerazione.
CR 13::1758326
Sylvestro, checché se ne dica, nella sua personalissima nicchia è stato una discreta penna e l'Oscar per Rocky ci stava tutto
Anche il suo lavoro forse più personale, Taverna Paradiso aka Paradise Alley, non è male, anche se posso capire perfettamente perché è stato un mostruoso flop.
CR 13::1758326
Su wake of fright, a causa di bias personali, sono forse troppo condizionato dalla storia narrata per poter valutare il film in sè.
Anche tu sei stato abusato carnalmente dopo essere andato a caccia di canguri nell'outback??

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

gonzokampf::1758483
mi pare che ... robe che lui si portava dentro già al momento del suo arrivo
ti pare bene ma è un discorso che vale per entrambi i film. Certo il fatto che, contrariamente a Rambo, in questo film ci sia un percorso di forte involuzione del protagonista e che questo percorso corrisponda con uno stillicidio allucinato di sbronze senza introspezione froggia ecco, questo non aiuta.
gonzokampf::1758483
l'origine letteraria
non so/non capisco, entrambi i soggetti sono adattamenti di romanzi scritti in epoche tutto sommato simili, anche se effettivamente in contesti diversi
gonzokampf::1758483
sei stato abusato carnalmente dai canguri
l'outback australiano mi crea un peculiare stato di avvilimento/prostrazione anche senza la presenza di marsupiali nel culo
L'ultimo dei boia da cani

[fork()]

gonzokampf::1743765

La storia di Dalton Trumbo, sceneggiatore hollywoodiano - e comunista così - negli anni del maccartismo e delle liste nere.

I potenziali problemi (o le qualità) di questo film si trovano già tutti qui, nel senso che non ambisce a coprire come narrazione un ambito più ampio di quello del soggetto: può quindi interessare o meno a seconda di quanto lo spettatore senta la tematica.

Si evita comunque la trappola dell'elegia e della retorica, il personaggio ci è riportato da un ottimo Bryan Cranston nella sua sostanziale umanità (=a volte ello è un po' stronzo, ma in fondo buono). Certo, siamo lontani dall'algida, raffinata confezione di Good Night, and Good Luck ma si apprezza un cast di caratteristi & comprimari particolarmente in palla - è evidente la furbizia di J. Roach, più produttore che regista - nonché l'equilibrio tra un ritmo da commedia e la struttura-base di un thriller, con la malvagia Helen Mirren che si allea con lo Screen Actors Guild di John Wayne.

Tra i buoni spicca la figura di John Goodman, che interpreta praticamente lo stesso personaggio di Argo, ossia il burbero produttore di monnezza che da un taglio all'ipocrisia anti-comunista.

Ecco, l'inserimento di figure storiche del periodo (lo stesso Wayne, Kirk Douglas, Otto Preminger, Edward Robinson) è realizzata con garbo, anche se la scelta di glissare sulla vicenda di Elia Kazan appare un po' troppo comoda. In particolare, il ruolo di spione effettivamente ricoperto da Kazan ricade sul povero Robinson, che nella realtà non fece mai nomi al Comitato sulle attività anti-americane.

Al netto di forse inevitabili semplificazioni* e pesanti ingenuità, evidenti soprattutto in alcuni dialoghi - ad es. la figlia del protagonista che chiede al padre cosa voglia dire essere un comunista - il film raggiunge la sufficienza quantomeno per una visione casalinga, volta ad apprezzare l'ottimo cast, e gli omaggi alla Hollywood degli studios.



* pare che trumbo sul finire della storia avesse iniziato ad odiare anche i suoi sodali rossi; inoltre il film accenna solamente al paradosso che vedeva i comunisti sostenuti dai liberali, a loro ben più invisi dello stesso fronte repubblicano.
approvo ma sono un po' meno ottimista.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

Hush: thriller abbastanza decente. la scream queen protagonista non urla perché è sorda e muta a causa di una meningite (la peste del 2000) e deve outsmartezzare il killer con l'aiuto della sua muliebre intelligenza. la tensione e la suspence reggono discretamente, peccato che come quasi sempre accade in questo genere di film, i protagonisti fanno delle scelte opinabili che portano a diversi momenti di smh da parte dello spettatore.

nocturnal animals, tom ford (2016)
[fork()]

http://www.imdb.com/title/tt4550098/

nocturnal animals sembra essersi attirato molte critiche che, anche quando provengono da gente un po' sfornita, puzzano di snobismo (e stereotipi cinefili) lontano un miglio. in particolare chi ha salutato a single man con favore - non di rado intortato dalla sensibilità "sociale" della storia - secondo me non ha capito bene come lavora ford, men che meno quest'opera che ha uno sviluppo fortemente lineare e apologetico. è un peccato perché si tratta di un buon film, giustamente premiato per le sue qualità estetiche e la regia oggettivamente accurata. la sequenza iniziale, con il rientro di susan (a. adams) nella sua ricca dimora, l'apertura dei cancelli automatici e il gesto con il quale si scherma dalla luce, dovrebbero suggerire anche allo spettatore meno avvertito la lettura simbolica di una storia che si muove tra kafka ed eschilo - in questo piacevolmente non sofisticata o à la page - e che tocca le emozioni umane in maniera diretta e senza troppi giri di parole ("revenge" ecc.). critiche di stampo moralistico o sull'efficacia del presunto "affresco" sociale sono secondo me male indirizzate, anche perché i difetti di questo film sono altri e parzialmente correlati ai pregi: la regia perfezionista, le dinamiche emotive troppo calibrate, privano quest'opera di scene veramente travolgenti e interpretazioni più spontanee. un difetto che forse si poteva evitare.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

A me è piaciuto un sacco.
Almeno quattro palle.
autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)

Get Out, Jordan Peele (2017)
[fork()]

Toh, un film senza supereffetti megafigodigitali.
Un thriller artigianale, cinema vecchio stampo, ben girato, azzeccato in quasi tutto.
Un ectoplasma composto quasi unicamente di suspence con una spruzzata (rossa) di azione concentrata nel finale catartico.
Delicato nelle meccaniche ed austero nei mezzi, l'inquietudine ed il disagio dello spettatore sono generati unicamente da un sorriso un po' troppo fisso, una lacrima quasi impercettibile, da una giacca esageratamente fuori moda, da un trofeo di caccia, da una cordialità eccessiva ed infine dal tintinnìo di un cucchiaino sul bordo di una tazza di thè.
A tratti anche divertente, con il sapiente ma semplice uso di un personaggio che sta appunto lì per allentare temporaneamente la tensione per permettere poi un ulteriore giro di vite senza stancare troppo, quello che sorregge il tutto sono proprio gli strumenti classici del cinema: personaggi, dialoghi, sceneggiatura, ritmo, atmosfera.
Ben girato, asciutto, essenziale, a tratti evocativo e dotato di una certa potenza.
Si affronta anche la questione razziale (insomma, senti forte l'imbarazzo di essere negro ad un party di soli bianchi, anche se sei un bianco in un cinema di soli bianchi), ma non è quello il vero pregio del film, giacchè alla fine pare più un accessorio, un contorno succoso del piatto forte.
Certo, viene descritto con una certa arguzia il modo "liberal" americano di essere razzisti, o meglio post-razzisti post-obamiani, ovvero dire che nero è meglio, nero è figo, nero è forte senza rendersi conto che, di nuovo, si incappa nelle etichette e nelle esclusioni, ma si percepisce che il vero scopo del film non è la denuncia, ma il puro intrattenimento.
Trattasi dunque di puro film di genere e siccome io preferisco i filmS di genere e questo è veramente ben fatto, lo avallo totalmente con questa mia povera rece.
autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)

[fork()]

il tubone::1761182
cinema vecchio stampo, ben girato, azzeccato in quasi tutto.

scusa tubi ho spento a metá, è un film inaccettabilmente mal recitato e noioso fino alla morte.
il tubone::1761182
Si affronta anche la questione razziale

lol

[fork()]

il pwnezzatore::1761286
scusa tubi ho spento a metá, è un film inaccettabilmente mal recitato e noioso fino alla morte.


in un certo momento della tua vita devono averti detto che capisci qualcosa e ti è rimasto impresso nella mente.
autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)

[fork()]

hahahah
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

no aspetta, get out é davvero un film di merda. ma siamo ben oltre l'opinione personale, è più sul piano della semiotica pierciana: sento forte odore di merda -> è merda.

[fork()]

il tubone::1761182
Toh, un film senza supereffetti megafigodigitali.

Un thriller artigianale, cinema vecchio stampo, ben girato, azzeccato in quasi tutto.
In realtà Get Out in USA ha intercettato in maniera abbastanza consapevole e paracula la polemica di Black Lives Matter.
il tubone::1761182
Trattasi dunque di puro film di genere e siccome io preferisco i filmS di genere e questo è veramente ben fatto, lo avallo totalmente con questa mia povera rece.
Poi di che genere staremmo parlando? Commedia, horror, thriller? Comunque nel merito concorderei con il giudizio del Pwnezzatore.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

gonzokampf::1761349
In realtà Get Out in USA ha intercettato in maniera abbastanza consapevole e paracula la polemica di Black Lives Matter.


Come ho detto c'è anche questo, ma non mi pare che nell'economia del film sia il tema predominante.

gonzokampf::1761349
Poi di che genere staremmo parlando? Commedia, horror, thriller?


Thriller.

gonzokampf::1761349
Comunque nel merito concorderei con il giudizio del Pwnezzatore.


Me ne farò una ragione.
autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)

[fork()]

gonzokampf::1761349
concorderei con il giudizio del Pwnezzatore.

che emozione gonzo é la prima volta. abbracciamoci.

[fork()]

e invece ha ragione messer tubone
get out: 7/10

[fork()]

Noi però maschiamente non ci abbracciamo, volgendoci semplicemente uno sguardo di virile intesa.
Le molli manifestazioni di ricchioneria le lasciamo ai piccoli eredi delle decadenti ideologie totalitarie del XX° secolo.
autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai