politica bla-bla :: CANZONE DEL POPOLO ITALIANO

Eia eia evviva il Duce
il suo sguardo ci seduce,
qui si ammira l'occhio truce
che l'imper per noi conduce.

Eia eia evviva il Duce
nostra gloria, nostra luce,
il suo mento è un carapace
volitivo e pertinace.

Eia eia evviva il Duce
carri armati ci produce
fatti d'oro e d'orbace
color verde e litantrace.

Eia eia evviva il Duce
ma valuta non si adduce,
diam l'anel d'oro verace
per l'esercito pugnace.

Eia eia evviva il Duce
la nuzial fede che riluce
vuoi tu donar alla fornace
o sei forse ebreo rapace?

Eia eia evviva il Duce
la massaia fa spalluce,
versa l'or e le dispiace
ha la faccia da batrace.

Eia eia evviva il Duce
il nemico non riduce,
a noi vittoria non traduce
quel condottier mendace.

Eia eia evviva il Duce
l'appendiamo per l'allùce
questo stronzo double-face
lui e la troia, la Petace.

Eia eia evviva il Duce
stanno appesi controluce
e di ciò non ci dispiace,
noi siam popolo vivace.

[fork()]

[rodolfo::post]a me comunque non fa riderissimo

è perchè stai invecchiando e le robe che fan ridere i giovani non le capisci più

[fork()]

prendo atto che ti parrà una figata di dio e mi va benone, che dire.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

(ci tenevo a segnalare che anche "figata di dio" fa tanto anni 90..)

[fork()]

tra l'altro perchè il pupazzo del parlante italiano è un negro?

[fork()]

è un negro fassista

[fork()]

Eia eia evviva il Duce!
la pelata sua riluce
sotto il sole che ti cuoce
nella piazza che non nuoce.

Eia eia evviva il Duce!
quella piazza Ei seduce
con la forza della voce,
con il forte suo torace.

Eia eia evviva il Duce!
il discorso c'indroduce,
la retorica ci piace
ed il cuore ormai incapace (da fare liason con il verso successivo)

Eia eia evviva il Duce!
di piensero suo verace,
abbagliato dalla luce
nel fascismo si fa' audace!

Eia eia evviva il Duce!
alla gloria ci conduce.
Splende sempre più la luce
di chi crede alla sua prece.

Eia eia evviva il Duce!
che la Grecia si dia pace!
La ricoprirem di pece,
le faremo una cornice.

Eia eia evviva il Duce!
la favella assai loquace
rende sempre più efficace
il discorso ch'Egli cuce.

Eia eia evviva il Duce!
il mio cuore è una fornace
son tizzone, sono brace
la ragione ormai si tace.

Eia eia evviva il Duce!
Ma un pensiero si introduce:
"Sarà lui quell'aruspìce (scusate la licenza poetica sull'accento)
che la fama ci predice?"

Eia eia evviva il Duce!
Ci ripenso, bevo un calìce, (accento again)
gratto il naso con l'indìce (and again)
mi trastullo la cervice.

Eia eia evviva il Duce!
Ho deciso! niente audace
niente folla, niente orbace!
Non sarò il suo complice!

Eia eia evviva il Duce!
Lui è troppo, troppo truce
me ne vado dal feroce,
torno a riveder la luce (e l'altre stelle)
"The problem with quotes on the Internet is that it is hard to verify their authenticity" Abraham Lincoln

[fork()]

ahahahahahahhaha fv205 ti dovrebbero da dare la medaglia.

Intando sto fando una canzone per rodolfo.

[fork()]

[gonzokampf::post]fa cagare
hai voglia
[il pwnezzatore::post]è perchè stai invecchiando e le robe che fan ridere i giovani non le capisci più
e si che l'umorismo di vincibile è proprio da ragazzini eh
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

CANZONE DI RODOLFO (FATTA DAL POPOLO PER IL POPOLO)
[fork()]

La musica potete comporvela mentalmente, una cosa simile, come mood, a Scettico Blues.

[Tema blues: pianoforte, piatto sospeso, sassofono contralto]

(Tra le prime due strofe non v'è cesura, che c'è sempre tra la seconda e la terza; terza e quarta come le prime due)

Quando venne al mondo,
no, non pianse il Rodolfin
(due trombe in Si bem: para parappa rappa rà).
Fece un guardo scettico
e un amaro risolin.
(para parappa rappa rà)

[Tema blues (marziale infantile): ottavino, xilofono, celesta]

Fanciullino sveglio,
con quegli occhi un po' blasé
(para parappa rappa rà),
deridea i sollazzi
dei bambini del quartier.
(para parappa rappa rà)

[Tema lirico-amaro (allegretto): flauti, oboi e clarinetti]

(il cantante imita una voce bianca)
"Questo gioco è banal,
(pirulì, pirulì)
buon per meridional. [terzina di tamburello, per fare colore]
(pirupirupirulì; crescendo lirico)
Siete assai dozzinal,
merda sesquipedal,
Che squallore abissaaaaal!"

[Tema blues (andantino): quartetto di sassofoni, clarinetto basso]

Furon gli anni strani
della fresca pubertà.
(para parappa rappa rà)
Trastullarsi il gallo
fu per lui necessità.
(para parappa rappa rà)

[Tema blues: come prima, con pianoforte e rullante con spazzole]

Ma non è che alfine
fosse questo gran piacer:
(para parappa rappa rà)
meglio un po' di figa
o magari un bel seder.
(para parappa rappa rà)

[Tema lirico-amaro (marziale eroico): ottoni, piatti, timpani, grancassa, triangolo]

(qui il cantante emette vocalizzi erotici, ma seguendo la melodia)
"Oh oh, sì, oh oh!
Non il dito, no no!
(barabam, barabam)
Giesucristo, madò!
(barabam bam bam; crescendo)
Quanta sbatta però,
Per godersela un po'!
Forse è meglio di noooooo.

[Tema blues (allegretto): tromba, sassofono tenore, basso, vibrafono]

Diventare adulto
nella zozza società.
(para parappa rappa rà)
Ma che strazio, che tormento,
questa umanità.
(para parappa rappa rà)

[Tema blues (atonale schoenberghiano, caotico e senza tempo): heckelphone, xilofono, chitarra elettrica, flexatone, guiro]

Poi scoprì l'Asphalto,
antro di volgarità.
(para parappa rappa rà)
Gif, azzurri, canzonette,
e poca ilarità.
(para parappa rappa rà)

[Tema lirico-amaro: quartetto con due chitarre, banjo, contrabbasso pizzicato, batteria]

"Non c'è senso o valor
(blen, blen)
che mi riscaldi il cuor.
(blen, blen, blen; crescendo)
Nausea, tedio e grigior,
Noia a tutte le or.
Non c'è cosa ch'io adoooor."

[Tema blues (andante lugubre, quasi marcia funebre): viole, violoncelli, contrabbassi, fagotti e controfagotto, grancassa, piatto sospeso, campana grave]

Vien la sera
e la vecchiezza, (tre rintocchi di campana)
la caducità.
(le trombe sono sostituite da un bassotuba, solenne, terribile ma in mezzopiano: porompompò)
Sta Rodolfo
nel tinello
con l'acidità.
(colata di viole, dolcissimo ma non sdolcinato, niente Morricone)
Entro il petto
sente un fuoco:
presto morirà.
(basso tuba e campane)
Cerca in fretta
nel ricordo
istanti di beltà.
(come prima)
Non fa in tempo,
cade in terra,
più non s'alzerà.

[Tema lirico puramente strumentale (marcia funebre vagamente orientale, pentatonica, per orchestra sinfonica)]

[Ripresa del tema blues come nella prima strofa]

Ma era un sogno,
un'illusione,
Rodolfo eccolo qua.
(di nuovo le trombe, festose: para parappa rappa rà)

Si riscopre
un uomo nuovo,
un sorriso
a noi farà.

[Tema blues in fade out]

[fork()]

[vincibile::post]merda sesquipedal
hahahah beh vinci sono lusingato anche perché questa con tutta la sua personalizzazione fa anche più riderone.

ringrazio sentitamente.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

È una canzone amara, per questi nostri tempi nichilisti. Ma è pure una canzone di speranza, di possibilità redenzione, anche di fede, se vogliamo. Una canzone, in un certo qual senso, cattolica.

[fork()]

[gonzokampf::post]fa cagare
Vai Gonzo, mostraci come rima un italiano!
"The problem with quotes on the Internet is that it is hard to verify their authenticity" Abraham Lincoln

[fork()]

[f205v::post]Vai Gonzo, mostraci come rima un italiano!
[gonzokampf::post]rating 0
Et voilà le rosicage!

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

f205v lo percepisco come un'entità benevola che non moddowna

[fork()]

è rodolfo quell'utenza
che commenta anche senza
un intento nel cervello
per far l'ipste e il rubello

[fork()]

dai basta così che mi vergogno
[avdjas::post]motte imasen
hahah ma sei un pazzo
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

[rodolfo::post]
dai basta così che mi vergogno


dovevi cominciare a vergognarti nel 2004, ormai è tardi.

[fork()]

[rodolfo::post]e si che l'umorismo di vincibile è proprio da ragazzini eh

eh
[scotto::post]
è rodolfo quell'utenza

che commenta anche senza

un intento nel cervello

per far l'ipste e il rubello

hahahah


vincibile sei l'abel ferrara dell'asphalto

[fork()]

però senza essere abel ferrara
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

va beh era per la roba della redenzione però ve beh ora mangio un pane e nutella insomma non rompermi il cazzo

[fork()]

Pacciani, signorilmente, potresti limitare i Gianroberti a una parete di, diciamo, 6 (vert) x 4 (orizz)? Ho un problema di ansia.

[fork()]

[vincibile::post]
Pacciani, signorilmente, potresti limitare i Gianroberti a una parete di, diciamo, 6 (vert) x 4 (orizz)? Ho un problema di ansia.



ha haahahaha hahah
COS'E? è eccellente, parlamente
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai