media recensioni :: I film del 2013

ripartiamo dall'ottima lista di francesco

[francesco::post]

Stoker - Chan-wook Park sbavo


Django Unchained - Quentin Tarantino



Il grande Gatsby - Baz Luhrmann ahah diogan che storia


Rampart - Oren Moverman bravi



Jack the Giant Killer - Bryan Singer bluff



Gangster Squad - Ruben Fleischer punto interrogativo



The We and the I - Michel Gondry la cocaina



Lincoln - Steven Spielberg daniel day lewis


Frankenweenie - Tim Burton non ci si crede



Into the Abyss - Werner Herzog SIEG HEIL



Cloud Atlas - Andy Wachowski secondo me è meglio la clip



Of Men and Mavericks - Curtis Hanson l'avevo dimenticato nel dimenticatoio




Gravity - Alfonso Cuaron megalomane



Only God Forgives - Nicolas Winding Refn sorvegliato speciale




The Master - Paul Thomas Anderson !


Les Misérables - Tom Hooper miserabile




47 Ronin - Carl Eric Rinsch porcodio keanu reeves proprio in QUESTO film?



Lovelace - Rob Epstein Jeffrey Friedman intriga


a cui aggiungo:

Pacific Rim WHOA

Star Trek into darkness massì

Word War Z speriamo

Elysium dico figata sulla fiducia

A good day to die hard freude

Oblivion pare "i sopravvissuti" di dick, bene

Looper in america ha fatto il botto. c'è un sacco di fantascienza quest'anno gioizzo

After Earth il film del riscatto per shalambambam?

Monster university pare una cagata, pixar ma che ti succede?

la scoperta dell'alba morite gonfi

qualcosa nell'aria avete rotto il cazzo

The Last Stand E' TORNATO

11 settembre 1683 porcodio che vergogna

Zero Dark Thirty amo la bigelow

Il grande e potente Oz dai raimi dai

L'uomo coi pugni di ferro toh miracolo, uscirà anche in italia.

Lo Hobbit: la desolazione di Smaug. e qui i nodi verranno al pettine, dai dai dai.

sempre aspirante.

[fork()]

rodolfo::1743157
senti ma perché invece di cacare il cazzo a me

ma figurati se devo prendermela con il 67% di capre mangia pop corn che aspettandosi le zinne della scarletta si ritrovano invece a dover guardare un buon prodotto di cinema ed escono dicendo che è una cagata, me la prendo con te che fino a prova contraria sei un essere pensante.

[fork()]

il pwnezzatore::1743169
un buon prodotto di cinema


Ma se in mezzo al 67% di ovini si nasconde qualcuno a cui il film ha fatto nel complesso piuttosto cagare pur non rimanendo deluso del fatto che non si tratti di un porno con Scarlett, come la mettiamo?
(tra l'altro le zinne si vedono)
No safety or surprise, the end (Jim Morrison)

[fork()]

il tubone::1743171
Ma se in mezzo al 67% di ovini si nasconde qualcuno a cui il film ha fatto nel complesso piuttosto cagare pur non rimanendo deluso del fatto che non si tratti di un porno con Scarlett, come la mettiamo?
(tra l'altro le zinne si vedono)

ma la mettiamo che gli offrirò un gelato, dico solo che mi pare improbabile non dare la sufficienza a un film comunque inedito in diversi aspetti e di forte impatto estetico, con una scena geniale come quella da me citata, dove il motociclista è un motociclista, dove si usano camere nascoste per realizzare il sogno mediatico di tutta una generazione di segaioli, dove i paesaggi sono splendidi e per finire dove scarletta mostra il suo morbidissimo corpo nella sua totalità.
secondo me è un film che attraverso un gicoo astuto con diverse fasce sociali, la provincia opposta alla bellezza pasoliniana della diva hollywoodiana, apre le porte ad una ampia gamma di possibili discussioni sui rapporti tra i machtverhältnisse e il sesso/il corpo della donna.
può anche non essere nelle proprie corde, ma checcazzo gli riconoscerai bene dei meriti sufficienti ad uno stiracchiato 6 dall'alto della tua stanzetta col pc senza audio.

[fork()]

il pwnezzatore::1743172
inedito in diversi aspetti


Ma quali?

il pwnezzatore::1743172
la provincia opposta alla bellezza pasoliniana della diva hollywoodiana, apre le porte ad una ampia gamma di possibili discussioni sui rapporti tra i machtverhältnisse e il sesso/il corpo della donna.


Ma fallisce proprio lì.
Oltre alla lentezza imbarazzante anzi mortale specie nella parte centrale, fallisce proprio se ne vuoi fare una lettura da film autoriale.
E' esteticamente raffinato senza essere originale, è furbo ma strutturalmente povero e anche con tutta la buona volontà alla fine, tirando le somme, soffre di pretenziosità, perchè si tratta di un filmetto.

Meglio sarebbe stato se si potesse percepire la voglia di fare un onesto B-movie invece che Lynch, allora la sufficienza, IMO sarebbe stata ampiamente meritata.

il pwnezzatore::1743172
secondo me è un film che da un gicoo astuto con diverse fasce sociali, la provincia opposta alla bellezza pasoliniana della diva hollywoodiana, apre le porte ad una ampia gamma di possibili discussioni sui rapporti tra i machtverhältnisse e il sesso/il corpo della donna.


e comunque per questo ti meriti un vaccagare.
No safety or surprise, the end (Jim Morrison)

[fork()]

il tubone::1743174
Ma fallisce proprio lì.

Oltre alla lentezza imbarazzante anzi mortale specie nella parte centrale, fallisce proprio se ne vuoi fare una lettura da film autoriale.

E' esteticamente raffinato senza essere originale, è furbo ma strutturalmente povero e anche con tutta la buona volontà alla fine, tirando le somme, soffre di pretenziosità, perchè si tratta di un filmetto.

tubone ti segnalo che questa critica non è tale in quanto non stai dicendo un cazzo contro il mio assunto se non che il film è lento e pretenzioso e gnè gnè gnè.
il tubone::1743174
e comunque per questo ti meriti un vaccagare.

cosa che infatti riassumi senza fronzoli a seguire; se non ti è piaciuto va bene, ma dato che mi sono sforzato di dire perchè trovo il film interessante prova a vedere se facendoti un'agopuntura al cervello riesci a ribattere con un post che non sia riducibile ad un prot.

[fork()]

Senti pony, ti sarai anche sforzato, ma le ragioni per cui trovi il film interessante sono:

- Scarlett da relazione ad una persona deforme
- "i motociclisti sono motociclisti"
- "il corpo della donna", incidentalmente la burrosa Scarlett.
- BEI PAESAGGI.

Potenzialmente la storia c'è, chiaro, ma non è originale. Diciamo che non è importante che lo sia. Però la sceneggiatura, a forza di sottrarre roba, si scorda di lasciarci dentro qualche puntello logico per cui si finisce, spesso, nel fangoso budello del vuoto estetizzante, schiacciati da un grosso punto interrogativo sulla testa. Che le immagini siano a larghi tratti ipnotiche non fa che creare irritazione.
Il mestiere nessuno nega che ci sia.
Si, i motociclisti sono motociclisti.
Scarlett che si mostra discinta puzza di furbizia da botteghino, ma lo stesso lavoro di sottrazione che sbullona la storia rendendola quasi incomprensibile e ripetitiva e ripetitiva e ripetitiva e ripetitiva e ripetitiva, rende anche lei talmente algida e distante, così aliena, da impedire qualsiasi tipo di empatia da parte mia e del resto del pubblico capra.
Certo, a noi ovini ce basteno 'e zinne.
Della fotografia già dissi.
I BEI PAESAGGI. In uno degli ultimi di Ben Stiller, essere umano che odio al punto da non riuscire a reprimere un brivido di fastidio anche solo a scriverne il nome e che stimo cinematograficamente quanto uno stronzo di gatto, i paesaggi erano splendidi e la fotografia bellissima. Parlo di quella roba su Walter Mitty o come si chiamava. Ciononostante il film...beh.

Comunque non siamo d'accordo per cui vai in pace a riguardartelo, io ho cose più interessanti da fare (fissare un punto su una parete. Bianca. Al buio.)
No safety or surprise, the end (Jim Morrison)

[fork()]

il tubone::1743171
tra l'altro le zinne si vedono
DOVE DOVE?

An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)

[fork()]

Ma grazie!
Avevo visto solo la gif della camminata su sfondo nero, non sapevo della sequenza davanti allo specchio.

Devo dire che si tratta di una figa da paura con quel terrificante misto di pienezza femminea e pulcritudine giovanile che riesce ancora ad intostarmelo seppur che la mia età e la mia prostata dovrebbero ormai avermi donato la pace dei sensi.

An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)

[fork()]

il tubone::1743188
Senti pony, ti sarai anche sforzato, ma le ragioni per cui trovi il film interessante sono:



- Scarlett da relazione ad una persona deforme

- "i motociclisti sono motociclisti"

- "il corpo della donna", incidentalmente la burrosa Scarlett.

- BEI PAESAGGI.


vedi che non hai capito un cazzo di nulla?
dico che un film è anche il risultato di una contrattazione di carattere lavorativo tra una miriade di differenti aspetti, tra questi aspetti c'è che Jonathan Glazer -che non è uno tra gli eletti del cinema- è riuscito a rappresentare forse la più nota star femminile del momento, icona di bellezza contemporanea nonchè sex symbol indiscusso, in un automobile mentre flirta con un mostro deforme, uomo ai margini della società.
A prescindere dal film in sè, a cui comunque riconosco dei meriti, questo è un atto di rappresentazione a tratti epico che mette su uno schermo -in un atto di amore/pietà- quelli che possono essere definiti due estremi della società umana.
il tutto si aggancia perfettamente alla chiave di lettura del film: la rappresentazione della diva (il deisderio dello spettatore nei confronti della la diva) in opposizione all'impossibilità di amarla fisicamente (la sua irraggiungibilità).
Le vittime del film (non a caso inconsapevoli di essere in un film, spesso riprese con una cam nascosta) non sono altro che gli stessi spettatori che vanno a vedersi il film sperando di vedere le tette della johannson (possederla). così come nel film sprofondano nel blob cinematografico, nell'impossibilità di raggiungere il soggetto del desiderio, in sala vengono maltrattati freddamente dallo stesso Glazer proprio tramite la negazione della possibilità di realizzare la loro aspettativa da trailer: una scena di sesso, che infatti viene addirittura negata allo spettatore in forma di coito interrotto proprio nel momento dell'amplesso.
La scarletta infatti non può scopare, non ha una vagina, non è nè donna nè diva, è aliena ed alienata dalla sua immagine sullo schermo, dal suo riflesso sullo blob lucido e nero sul quale cammina.

a livello narrativo può anche essere un po' lentino, ma d'altronde non è un film che cerca la sua realizzazione nel costrutto narrativo/nell'esercizio di stile quanto in quello meta-cinematografico.
è un film per pochi che cinicamente maltratta molti (il 67% di rodolfo), per questo lo associo a funny games di haneke, anche se in questo caso le proiezioni sessuali massificate si vanno a sostituire alla rappresentazione della violenza.

[fork()]

benissimo
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

il pwnezzatore::1743243
vedi che non hai capito un cazzo di nulla?

dico che un film è anche il risultato di una contrattazione di carattere lavorativo tra una miriade di differenti aspetti, tra questi aspetti c'è che Jonathan Glazer -che non è uno tra gli eletti del cinema- è riuscito a rappresentare forse la più nota star femminile del momento, icona di bellezza contemporanea nonchè sex symbol indiscusso, in un automobile mentre flirta con un mostro deforme, uomo ai margini della società.

A prescindere dal film in sè, a cui comunque riconosco dei meriti, questo è un atto di rappresentazione a tratti epico che mette su uno schermo -in un atto di amore/pietà- quelli che possono essere definiti due estremi della società umana.

il tutto si aggancia perfettamente alla chiave di lettura del film: la rappresentazione della diva (il deisderio dello spettatore nei confronti della la diva) in opposizione all'impossibilità di amarla fisicamente (la sua irraggiungibilità).

Le vittime del film (non a caso inconsapevoli di essere in un film, spesso riprese con una cam nascosta) non sono altro che gli stessi spettatori che vanno a vedersi il film sperando di vedere le tette della johannson (possederla). così come nel film sprofondano nel blob cinematografico, nell'impossibilità di raggiungere il soggetto del desiderio, in sala vengono maltrattati freddamente dallo stesso Glazer proprio tramite la negazione della possibilità di realizzare la loro aspettativa da trailer: una scena di sesso, che infatti viene addirittura negata allo spettatore in forma di coito interrotto proprio nel momento dell'amplesso.

La scarletta infatti non può scopare, non ha una vagina, non è nè donna nè diva, è aliena ed alienata dalla sua immagine sullo schermo, dal suo riflesso sullo blob lucido e nero sul quale cammina.


Ma certo, la chiave(ta) di lettura è quella, vai tranquillo.
Che operazione intellettualmente temeraria, vengono i brividi.

rodolfo::1743245
benissimo


yuk yuk.
No safety or surprise, the end (Jim Morrison)

[fork()]

il tubone::1743296
Ma certo, la chiave(ta) di lettura è quella, vai tranquillo.

Che operazione intellettualmente temeraria, vengono i brividi.

tuby, sei un vecchio scorreggione

[fork()]

Amen.
No safety or surprise, the end (Jim Morrison)

[fork()]

A questo punto suggerisco al pwnezzatore tutto il filone del porno coi vecchi, la cui narrazione tipica prevede un ultra sessantenne avvizzito intento a esplorare gli orifizi di una procace ventenne. Il porno coi vecchi inscena quindi una dura critica alla società consumistico-occidentale, colpevole di relegare i corpi a meri strumenti di produzione edonistica, macchine desideranti soggette a date di scadenza più o meno brevi, secondo la ben nota polarità fra desiderio e la sua consustanziale irraggiungibilità.
Non sfuggiranno, allo smaliziato esegeta filmico, i parallelismi meta-cinematografici che chiamano in causa lo spettatore stesso, attanagliato tra il desiderio (di scopare) e il suo inappagante surrogato mimetico (la pugnetta), riprendendo sul punto la lezione che già fu di René Girard.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

gonzokampf::1743349
Il porno coi vecchi inscena quindi una dura critica alla società consumistico-occidentale

vi ho mandato a casa la banda, a te a rodolfo e a quel pirla del tubone, così cantate e suonate con loro.

[fork()]

punezzatore, il mio spirito democratico mi spinge a segnalarti la possibilità di aprire uno splendido thread sull'argomento
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

il pwnezzatore::1743358
vi ho mandato a casa la banda, a te a rodolfo e a quel pirla del tubone, così cantate e suonate con loro.


GUARDA CHE NON C'è NIENTE DI MALE AD AVERE TORTO MARCIO.
No safety or surprise, the end (Jim Morrison)

[fork()]

rodolfo::1743362

punezzatore, il mio spirito democratico mi spinge a segnalarti la possibilità di aprire uno splendido thread sull'argomento

Dici la banda a casa tua di gonzo e del tubone?

[fork()]

no in effetti era un modo per dirti di andare a cagare, scusa la circumlocutio
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

eeeee bailaaammeee
[fork()]

che astiosi maschioni alfa che siete cristo, uno manco può intavolare una critica solida ad un film che siete subito pronti a far le pernacchie per far capire che ce l'avete più grosso, manco ci fossero ancora donne in questo forum.

lords of salem, zombie 2012
[fork()]

http://www.imdb.com/title/tt1731697/

attenzione, questo è un film di gran merda sulla carta a cui per insindacabili motivi (trovate di rob zombie, alcune scene, la bresaola della moglie) decido di concedere niente popò di meno che la sufficienza. mi ha divertito, anche se è per lo più irritante. non per tutti, ma non per il soggetto quanto per alcune parti veramente oscene nella caratterizzazione.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

hahah bellissimo flame collettivo dove io faccio sorprendentemente ridere (anche se riconosco a gonzo un post di grande pregio).

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai